Fiori, Piante, Progetti, Lavori nel verde  
   

Progettiamo insieme
   

 

Molti intendono per "progetto" un bel disegno colorato con le figure delle piante ben disposte sul foglio, e con tanti bei nomi botanici elencati. Per noi progettare significa capire INSIEME quali scopi guidano la vostra scelta di fare dei lavori in giardino, quali sono i risultati che si vogliono ottenere e in quanto tempo, quanto si vuole spendere, che tipo di manutenzione si è disposti a fare, quali specie di piante si desiderano di più ecc. In altre parole significa ASCOLTARE ciò che ci viene trasmesso, consigliando, guidando, indicando gli errori da non fare, ma seguendo i VOSTRI desideri, e integrandoli secondo arte ed esperienza. Questa fase è per noi del tutto gratuita e senza impegno in fase iniziale, ed assume un costo solo via via che le cose si concretizzano.


Un giardino all'italiana, per esempio, come quello qui riportato (siamo a Venezia) con vialetti geometricamente ben definiti, e aiuole delimitate con precisione.....

Richiede cure ed attenzioni, in fase di progetto, molto diverse da quelle richieste da un giardino romantico, o all'inglese...

Progettiamo qualunque spazio verde. Un grande giardino privato, un parco pubblico, un’area verde condominiale, ma anche il verde di una villetta a schiera, un angolo da rinnovare, grandi e piccoli balconi e terrazzi, oppure ancora spazi interni con piante d’appartamento, siano essi case private, chiese o stand fieristici. E non è detto che il "piccolo" richieda meno attenzioni del "grande".

Particolare attenzione viene impiegata dai nostri agronomi nella scelta delle piante. Vengono utilizzate, ogniqualvolta sia possibile, piante in vaso, con apparato radicale integro e sano. Molto meglio una pianta in vaso, che appare un po’ stentata, di una pianta magari più folta ma estratta dal terreno con poche radici. La prima diventerà presto bella, la seconda potrebbe non sopravvivere


Uno specchio d’acqua può arricchire enormemente il respiro di un giardino. Questo, circondato da essenze che in autunno si vestono di mille colori, ne dà un’idea.

Inoltre vengono scelte piante che siano adatte al clima (evitando palme, agrumi e bougainville..), posizionandole nei punti più idonei (ad esempio ortensie e aceri giapponesi richiedono luoghi più ombreggiati, mentre oleandri e rose fioriscono meglio al sole), e stando attenti alle dimensioni finali che le piante raggiungeranno (in modo da evitare che singoli grandi esemplari schiaccino il resto del giardino). Molto piacevole è poi la fase di scelta delle singole specie, che consentono il massimo sviluppo della creatività umana: fioriture differenziate nel tempo, colori che si inseguono (mono e bicromatismi, o arcobaleni di tonalità diverse), fogliame giallo, verde, glauco, rosso, gioco di forme, di profumi, di spessore, di colore. Uso di sempreverdi o di caducifoglie, di piante striscianti, a palla, arbustive, rampicanti, a cespuglio, bulbose, annuali, perenni, arboree, da frutto, spinose, da siepe, aromatiche, grasse, spoglie o folte, comunque bellissime. E qui è importante non lasciarsi prendere la mano, rivolgendosi con l’aiuto indispensabile dell’agronomo, a piante idonee agli scopi del giardino. Sbagliato quindi riempirsi di rose e Pyracantha (spinosi) se il giardino è frequentato da bimbi. E non si devono scegliere in un condominio piante ad alta necessità di manutenzione o di prevenzione antiparassitaria. Ne’ sarà intelligente fare crescere sopra al parcheggio auto piante che tendono a produrre melata (aceri, tigli), o in piccoli spazi frutti che temono la potatura (ciliegi, albicocchi).

Ogni progettazione richiede attenzione: le piante destinate a stare in vaso in un balcone, avranno caratteristiche diverse da quelle idonee ad un grande parco. E le piante da interni per una chiesa, uno stand fieristico o un congresso medico dovranno essere scelte in funzione della bellezza e originalità dell’insieme.

Qualunque progetto richiederà un po’ di amore e di dedizione sia da parte nostra che da parte vostra. Ma la bellezza del risultato finale sarà, per gran parte, frutto della partecipazione creativa di chi poi dovrà usufruirne.

Un buon progetto dura nel tempo, e vi regala giorni, mesi, anni di serena vita nel verde. Non affidatelo al caso, o a mani inesperte.


Un pergolato (in ferro o in legno) crea spazi, fa da supporto a uno o più rampicanti, arricchisce un ingresso, creando un prolungamento dello spazio esterno.

 
e-mail clorofilla
   
© VivaioClorofilla.it