Fiori, Piante, Progetti, Lavori nel verde

Il manto erboso

 

La realizzazione di un prato viene di solito lasciata per ultima. Fatto e finito tutto il resto, si fa il prato. Come? Si smuove il terreno, un po’ di seme, e via. Non così per noi. Un prato Clorofilla è tutt’altra cosa. Vediamo perché.

La prima cosa che guardiamo in un terreno è la sua fertilità. La fertilità è legata strettamente alla composizione granulometrica del terreno (sabbioso, limoso, argilloso), alla sua ricchezza in elementi nutritivi, alla sua ricchezza in sostanza organica, alla sua porosità (tale da consentire un adeguato scambio idrico e gassoso), alla sua capacità di drenare.

E’ quindi importante trovare un modo pratico e veloce per definire la composizione del terreno. Gli indici tattili e visivi sono parecchi: smuoviamo il terreno in vari punti, lo tastiamo per saggiarne la presenza di sabbia o di argilla, ne osserviamo la varietà di erbe infestanti, ne ascoltiamo la "storia" (terra di cantiere, abbandonato per anni, rifatto tre volte negli ultimi tre anni ecc.). Se nessuno degli elementi "visivi" fosse sufficiente provvediamo anche ad un’analisi del terreno (di solito utilizzata solo in casi dubbi o di difficile soluzione), che può evidenziare squilibri non immediatamente identificabili.

Sulla base delle osservazioni effettuate, stabiliamo il piano di reintegro della fertilità, che può essere immediato (incorporando sostanza organica e altri concimi al momento dell’impianto del prato), o di medio/lungo periodo, con concimazioni periodiche in epoche successive.

I concimi che preferiamo sono quelli organici: stallatico pellettato, pollina, pellicino, humus di lombrico, cuoio torrefatto, cornunghia, sangue secco, borlanda. La sostanza organica è un toccasana per il terreno: rende sciolti i terreni compatti, e compatta quelli sciolti, nutre la vita del terreno, fornisce sostanze nutritive alle piante, ne favorisce l’assorbimento. I concimi chimici, per noi, sono da usare in quantità moderata, al solo fine di correggere squilibri esistenti. Una errata concimazione chimica può provocare danni ben più gravi dei benefici che ci aspettiamo. Non facciamo gli apprendisti stregoni, e usiamo i concimi che madre natura ci ha donato.

E' IL MOMENTO DI RIFARE IL PRATO. E L’IRRIGAZIONE.

Adesso è il periodo ideale per rifare il prato, o per effettuare la concimazione autunnale a lenta cessione. Dopo la germinazione, le piantine avranno tutti i mesi invernali per irrobustire le radici a danno delle malerbe. E a primavera il prato sarà forte e rigoglioso. Clorofilla si occupa di tutto: fertilità del terreno, tubi di drenaggio, concimazione d'impianto, riporto di terra o stallatico, eliminazione pietre, ammendamento del terreno, fresatura, rullatura, diserbo, scelta semente, controlli. E già che si rivolta tutto, perchè non investire in un buon impianto d’irrigazione? Abbiamo soluzioni più o meno elaborate, alla portata di chiunque (anche con il Credito Verde).

CONCIMAZIONI, TRATTAMENTI, RIMEDI BIOLOGICI, SOCCORSO VERDE

L’autunno è tempo di concimazioni organiche per prato e arbusti. Non usate i prodotti a caso: fatevi consigliare dagli agronomi o dal personale della serra. La consulenza è gratuita, e mostrandoci le foglie malate, otterrete il consiglio giusto. Magari con prodotti naturali e non tossici per bimbi o animali. E’ inoltre sempre attivo il "soccorso verde"  e, se occorre, ritiriamo anche l’usato.

RICICLO FELICE PER CHI FA IL COMPOSTAGGIO

Fare compostaggio in giardino (cioè ottenere buon terriccio dai residui verdi e di cucina) è facile e fa risparmiare. Si risparmia sul terriccio (gratis), e sulla tassa comunale rifiuti (addirittura il 40%). Basta una compostiera, e una lezione per imparare come si fa. Alle pratiche in Comune ci pensiamo noi!

MANUTENZIONE GIARDINI (MG)

Clorofilla svolge un servizio di costo contenuto, anche per piccole superfici. La MG garantisce: 8-10 tagli all'anno della superficie a prato, 2 tagli all'anno della siepe, una potatura degli arbusti da fiore, due concimazioni del prato e la supervisione di un agronomo: nulla di più e nulla di meno. Niente più tosaerba guasti, siepi selvagge, prati denutriti. Preventivi ad hoc per estensioni più ampie.

e-mail clorofilla
© VivaioClorofilla.it